ASSOCIAZIONE CULTURALE MEDEM | COMPAGNIA TEATRALE

email:

phone

info@medem.it

News

EPIGRAPHE’ verso il 2019

News0 comments

locandina epigraphèSi è conclusa domenica 25 novembre la prima edizione di EPIGRAPHE’, rassegna che ha proposto a Città di Castello tre eventi dal sapore indipendente e contemporaneo in tre luoghi diversi della città: la mostra fotografica “MARI EL, A PAGAN BEAUTY” di Raffaele Petralla alla manica lunga della Pinacoteca comunale, lo spettacolo teatrale “IL 45 GIRI DI ASTORRITINTINELLI” all’oratorio degli angeli e il concerto acustico “PER NON TORNARE” di Andrea Labanca alla sala degli specchi di palazzo Bufalini.

L’ispirazione è stata di collegare gli eventi a un racconto parallelo di luoghi della città attraverso le epigrafi che vi sono impresse e che spesso vengono distrattamente ignorate dai passanti: il punto interrogativo alla manica lunga, il monito biblico QUIS UT DEUS all’oratorio degli angeli, la massima della favola di Fedro QUIS VOLES ERIT UTILIS alla sala degli specchi.

La risposta del pubblico è stata molto buona e il livello delle serate qualitativamente alto. Ci piace pensare che Epigraphè porti pure fortuna: durante le settimane della rassegna il fotografo Raffaele Petralla ha ricevuto il premio Voglino 2018 (miglior libro fotografico) e l’attrice Paola Tintinelli è finalista al prestigioso premio UBU 2018 come migliore attrice.

Nel complesso una operazione riuscita che speriamo possa crescere negli anni per arricchire l’offerta culturale tifernate con prodotti che solitamente circuitano perlopiù nel sottobosco delle grandi città.

Questa prima puntata di questa bella avventura non sarebbe stata possibile senza il sostegno del comune (che ha patrocinato l’iniziativa e offerto gratuitamente gli spazi) e senza il contributo degli sponsor (Piccini Paolo S.p.A, Trattoria Lea, Libreria Paci La Tifernate, Un Ceraso, La Pizzoteca, Digital Book, Bikeland, Foto Jey, L’accademia Hostaria, Banca di Anghiari e Stia, Pasticceria Benedetti, Birrificio Artigianale Fortebraccio, Errevutì)

L’appuntamento è alla seconda edizione di EPIGRAPHE‘! Le date sono già fissate per il 16, 23 e 30 novembre 2019.

Gli attori di Medem tornano a scuola per LIBRIAMOCI

News0 comments

libriamoci-2018medem                         

L’Associazione Culturale MEDEM/Compagnia Teatrale anche quest’anno ha risposto all’appello lanciato dal MIUR e dal MiBAC con la quinta edizione del progetto “Libriamoci” per entrare nelle scuole ed incontrare gli studenti invitandoli, attraverso la lettura di un brano, a vivere l’avventura della cultura.

Le scuole di Città di Castello e di Monte Santa Maria, dall’infanzia alle secondarie, hanno a loro volta risposto con entusiasmo alla proposta di MEDEM e così nelle giornate dal 22 al 27 ottobre prossimi saranno circa 2.000 bambini e ragazzi che parteciperanno agli oltre 50 incontri con gli attori che, a titolo volontario e gratuito, andranno in classe a leggere ad alta voce brani scelti dagli insegnanti.

La squadra di attori/attrici, composta da Irene Bistarelli (che ha coordinato il progetto), Marta Bistarelli, Nunzia Negri, Enrico Paci, Claudia Ripi e Mauro Silvestrini, sarà affiancata dalla Dott.ssa Debora Nucci del museo malacologico MALAKOS con cui MEDEM collabora, in alcuni casi infatti le letture verteranno su argomenti di biologia, ambiente marino e conchiglie.

MEDEM da sempre ritiene che leggere, oltre che uno strumento essenziale per la libertà di pensiero delle future generazioni, possa essere bello e divertente; per questo la compagnia ha sviluppato e portato in scena, nel tempo, letture animate e veri e propri spettacoli nati proprio a partire dalla pagina scritta.

DIVERSO IN VERSO- Laboratorio di lettura espressiva dei versi poetici

News0 comments

banner-copia-2Come si affronta la lettura di una poesia o di un testo in versi? Come si restituisce all’ascoltatore o al pubblico? A quali regole bisogna attenersi? Come decifrare le chiavi nascoste che aprono lo scrigno celato in capolavori immortali della nostra letteratura poetica e del nostro teatro? Come riappropriarci del gusto di leggere e comprendere i versi? Il laboratorio si prefigge di dotare i partecipanti degli strumenti basilari per la comprensione, la lettura e la recitazione del verso poetico e teatrale.

L’associazione MEDEM propone questa volta un laboratorio teatrale rivolto ad attori, studenti, insegnanti, lettori… tutti sulla lettura espressiva del verso poetico e la recitazione del verso teatrale. Per poter godere appieno di un componimento poetico o di un testo teatrale in versi è necessario possedere degli strumenti tecnici e delle nozioni di base che ci permettano di svelarne l’intimo significato che spesso è celato più nella struttura che nel “racconto”. Saper interpretare il verso e la struttura poetica, individuarne la musicalità e l’andamento, ci permettono di restituire ad un componimento in versi il suo significato più recondito, e quindi poterlo comprendere e “restituire” al pubblico attraverso la lettura ad alta voce o la recitazione.

L’evento è inserito nel calendario delle celebrazioni per i 200 anni dalla scrittura e pubblicazione de “l’infinito” di Giacomo Leopardi (2019).

Il laboratorio, che si terrà a Città di Castello il 27-28 ottobre prossimi, è aperto a tutti ma a numero chiuso per un massimo di 15 iscritti.

Per informazioni o iscrizioni si può chiamare il 3931492045 o mandare una mail a info@medem.it Continue Reading

Si salvi chi Clown!

News0 comments

Laboratorio teatrale con Giovanna Guariniellobanner

L’associazione MEDEM propone questa volta un laboratorio teatrale alla scoperta del naso rosso! Uno stage di iniziazione sull’arte di essere clown. L’esplorazione di sé in una dimensione magica, comica e grottesca. Un lavoro sul qui e ora, lasciandosi trasportare dalla propria capacità di stupirsi. Durante il percorso prenderemo una nuova consapevolezza della terra, dello spazio che ci circonda e dell’altro, facendo emergere la verità del nostro clown. Useremo il corpo, la voce e il gesto come nuovi ed unici strumenti di espressione. Sarà necessaria molta concentrazione e sincerità verso se stessi e verso il resto del gruppo. La docente, camminando con la classe, la guiderà in questa intima e personale mutazione artistica. Continue Reading

Concorso Monologhi “Echi nel bosco”

News0 comments

bando7134L’associazione Culturale MEDEM di Città di Castello promuove la prima edizione del festival di monologhi “ECHI NEL BOSCO” e a tal fine ha indetto un bando per la selezione di 4/6 monologhi che dovranno essere eseguiti, come incursioni teatrali, durante una passeggiata nel bosco organizzata a Le Balze di Verghereto (FC) nel tardo pomeriggio di sabato 14 luglio 2018.

La passeggiata è organizzata da Fumaiolo Sentieri al cui sito (www.fumaiolosentieri.it) o pagina facebook si rimanda per l’adesione all’evento come pubblico.

La partecipazione alla selezione dei monologhi è gratuita ed aperta a tutti gli attori che volessero cimentarsi, avranno precedenza nella selezione i monologhi con attinenza al luogo, quindi in qualche modo legati al bosco. Il bando è visibile e scaricabile dalla pagina facebook dell’associazione medem o da questa stessa pagina del sito (cliccare sul file pdf in allegato all’articolo). Per partecipare alle selezioni inviare la propria candidatura entro il 30 giugno 2018.

Il pubblico presente la sera del 14 luglio assisterà nel bosco ai monologhi selezionati decreterà i migliori che saranno premiati.

Per ulteriori informazioni o chiarimenti si può contattare il direttore organizzativo Mauro Silvestrini via mail a info@medem.it o telefonicamente al 3931492045.

Clicca per scaricare il bando concorso-monologhi-echi-nel-bosco .pdf

Medem s’è desta!

News0 comments

italia s'è destaLa nostra Compagnia Teatrale debutterà a giorni con la sua nuova produzione che sarà proposta al Teatro degli Illuminati il 23 marzo 2018 alle 21.00 all’interno della rassegna “TEATRO A KM 0”.
Il progetto di questo allestimento, proposto da Ciro Masella, era risultato vincitore del nostro bando “REGIA DI…”.

 “L’Italia s’è desta”
(catalogo No-strano)
di Stefano Massini
con Irene Bistarelli, Alessia Martinelli,
Nunzia Negri, Enrico Paci, Mauro Silvestrini.
regia di Ciro Masella

Un viaggio grottesco, tragicamente reale e spassosissimo tra le assurdità, le amenità, le contraddizioni, i vizi e le virtù del Belpaese. Ecco allora saltar fuori caustico e corrosivo il profilo di un’Italia inedita e spietata, in cui tutto è possibile, dove si muovono personaggi protagonisti di vicende agghiaccianti. Schegge di particelle impazzite. Un catalogo impietoso di bizzarrie assortite, mostruosità palesi, miserie grandi e piccole in salsa di acida macedonia. Un cocktail di storie. Una galleria di ritratti. Un occhio spietato che investiga lo stivale. Un caravanserraglio di vicende umane. Un carnevale di maschere in velocissima sequenza. All’alba del terzo millennio questo è un quaderno di appunti, di ritagli, di sottolineature: il sismografo di un improbabile essere nazione. Continue Reading

“Esilio” e “Memorie dal sottosuolo” per il GIORNO DEL RICORDO 2018 a Perugia

News0 comments

loca-10-feb-pg3048Per le celebrazioni del giorno del ricordo 2018 siamo tornati a collaborare con il Comune di Perugia proseguendo il percorso di ricerca avviato dalla nostra compagnia attraverso l’allestimento di “FOIBE: DAMNATIO MEMORIAE” a cura di Laura Pierantoni, rivolto ai ragazzi delle scuole secondarie di secondo grado ed alla cittadinanza negli anni 2015 e 2016 presso il teatro Bicini e la Sala dei Notari.

Il progetto di quest’anno prosegue il nostro lavoro con l’autrice tifernate Angela Ambrosini con cui abbiamo già collaborato in passato.

L’autrice, figlia di un esule dalmata, fin da bambina ha sentito, sia dal padre che da parenti e amici della famiglia paterna, i tragici resoconti delle vicende riguardanti l’esodo giuliano dalmata e l’infoibamento di italiani vittime della cieca volontà annessionistica di Tito che, come lo stesso Presidente Napolitano ha ricordato, degenerò in una vera e propria operazione di “pulizia etnica”.

Da questa esperienza di memorie storiche nascono le opere da cui prende il via la messa in scena proposta. Tale percorso vuole mettere in luce i due drammi generati dalla vicenda: da una parte le foibe ed il massacro, dall’altra l’esodo e l’esilio forzato a cui furono costretti tanti abitanti di quelle zone.   Continue Reading

  • Ultime Notizie

  • Filtra per categoria

  • Archivio